Green school Schiaparelli

              Logo nuovo

Green School è un progetto coordinato dalla Provincia di Varese e Agenda 21 Laghi con il supporto di CAST ONG e la supervisione scientifica dell’Università degli Studi dell’Insubria che certifica annualmente le scuole della provincia di Varese che si impegnano concretamente a diventare delle eccellenze in termini di sostenibilità riducendo la propria impronta ecologica attraverso comportamenti ed azioni virtuose e promuovendo una cultura ambientale tra gli studenti, le famiglie, le istituzioni e in generale all’esterno, tra la comunità. Una Green School è un antenna che trasmette un segnale di sviluppo sostenibile ed è un volano per la sostenibilità ambientale del territorio.

La nostra scuola non è sola! Sono molte le scuole della provincia di Varese con il green factor! Per vedere quali sono le altre Green Schools e per scoprire quali buone pratiche sostenibili realizzano consultare i seguenti link:

Rete Green Schools e Mappa Green Schools 

"...anche Noi siamo Green...!"

 

Ceritificazione per l'a.s. 2020-2021

Si allega il riconoscimento Green School per l'a.s. 2020-2021

GreenSchiaparelli

Progetto sulla biodiversità

La Scuola Secondaria “Schiaparelli” di Origgio ha partecipato al progetto ‘Biodiversity’ con l’esperto Dott. Martinoli Alessio ed il prof.Biondo.
Obiettivi del progetto:
- Conoscere e contribuire alla tutela della biodiversità
- Incentivare comportamenti sostenibili finalizzati alla corretta gestione delle risorse naturali
- Favorire la creazione di reti tra il mondo della scuola e associazioni, centri di educazione all’ambiente, privati, ecc.

Il percorso è partito dall’analisi della biodiversità in ambiente urbano e della problematica dell'introduzione nel territorio di specie provenienti da paesi lontani.
Il territorio è in continuo mutamento, alcuni organismi trovano nei nostri abitati un ambiente idoneo alla sopravvivenza, gli scambi planetari favoriscono l'arrivo di piante ed animali esotici, a complicare la situazione si aggiungono i cambiamenti climatici.
La prima tappa del progetto è stata quella di illustrare il progetto con lo scopo di riconoscere le caratteristiche delle diverse specie di piante ed insetti.

COSA SONO GLI ARTROPODI?
Gli artropodi (Arthropoda) sono un phylum di animali invertebrati protostomi celomati, che comprende circa i 5/6 delle specie finora classificate. Mostrano una notevolissima affinità anatomica con gli Anellidi.
Il fatto che siano state descritte oltre un milione di specie di artropodi e si stima che ne esistano 5 o forse 10 milioni (F.Odegaard , 2000)dimostra come la loro struttura di base sia versatile e adattabile a diversi modi di vita.

COSA SONO I CHILOPODI?
I Chilopodi, o anche meglio conosciuti come centopiedi(dal prefisso latino centi-, "cento" e pes, pedis, "piede") sono artropodi predatori appartenenti alla classe Chilopoda del subphylum Myriapoda, un gruppo di artropodi che comprende anche millepiedi e altre creature a più zampe. I centopiedi sono creature metaniche allungate con un paio di zampe per segmento corporeo.

L’IPOTESI
«I MICROABITAT Più RICCHI DI ARTROPODI SONO QUELLI CON MAGGIORE COPERTURA VEGETALE?»
IL BOSCO DEL FONTANILE:
UN BOSCO PLANIZIALE DI LATIFOGLIE DOMINATO DA CARPINI E ROBINIE ATTRAVERSATO DA UN PICCOLO CORSO D’ACQUA E CONFINANTE CON CENTRI ABITATI.
Nella seconda tappa del progetto invece i ragazzi si sono recati nel parco con lo scopo di riconoscere e osservare le diverse specie di insetti e piante che vi abitano…
E dopo molte uscite sul territorio è stato effettuata una raccolta di diverse specie da classificare e analizzare in laboratorio

Ultima fase del progetto è classificare le specie presenti nel nostro territorio

SEMPRE DIVISI IN GRUPPI,CI SIAMO ARMATI DI PINZETTE E, CON L’AUSILIO DI DUE STEREOMICROSCOPI,ABBIAMO CLASSIFICATO I NOSTRI ARTROPODI.

Il progetto è servito ad imparare a conoscere e conservare la biodiversità attraverso lo studio degli ecosistemi e delle relazioni che in essi si sviluppano per apprezzarne la complessità, le funzioni e l’importanza. Il percorso ha portato a riflettere sull’impatto dei comportamenti personali.

 

La finalità è stata quella di:
Aumentare la consapevolezza ed il cambiamento dei comportamenti degli studenti;
- L’acquisizione di conoscenze sua biodiversità delle principali specie presenti nel proprio territorio
- La creazione di un giardino/orto nella scuola che consenta di incentivare comportamenti sempre più sostenibili.

Progetto “un presepe tra i sassi”

La Scuola Secondaria “Schiaparelli” di Origgio ha realizzato con materiali semplici e di recupero, un originale presepe ispirato alla città di Matera. Il progetto è stato realizzato dagli alunni insieme alla prof.ssa Scommegna.
Motivati da uno spirito ecologico e natalizio, abbiamo deciso di costruire un Presepe utilizzando materiale per lo più di recupero e dando nuova vita a materiale isolante (polistirolo), stecchini di ghiacciolo, stracci con i quali abbiamo realizzato le statuine, grucce di acciaio, muschio, ecc.
Questa attività si inserisce nel progetto Green school, al quale ha aderito la nostra scuola, e ha come scopo l’introduzione dell’argomento dell’ecosostenibilità attraverso un’attività attiva e creativa.
Per realizzarlo ci siamo ispirati alla città di Matera, dichiarata Patrimonio Culturale dell’Unesco nel 1993, per due motivi essenziali: il primo perché con la sua semplicità e peculiarità architettonica ci riporta alle origini della vita semplice e contadina, dove la collaborazione tra le persone e la coesistenza tra l’uomo e la terra erano principi fondamentali; il secondo motivo è più attuale e mira alla riflessione relativa ai danni provocati dall’uso inappropriato di alcuni materiali.
Se il Presepe porta con sé il mistero della nascita, allora noi ragazzi, attraverso questo lavoro svolto insieme, siamo chiamati a far nascere dentro il nostro cuore una nuova sensibilità e un nuovo desiderio, rinnovando e arricchendo i nostri comportamenti e le attenzioni verso l’ambiente che ci circonda.